MIK Funshopping Pantofole Donna Off White

B01LQ3TXMU

MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White

MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White
  • Materiale esterno: Sintetico
  • Fodera: Tessuto
  • Materiale suola: Sintetico
MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White MIK Funshopping - Pantofole Donna Off White
Scarpe Donna Donne Sandali estate laccio dietro Pu casuale Blushing Rosa Nero US75 / EU38 / UK55 / CN38
  • ZQ gyht Scarpe Donna Mocassini Tempo libero / Ufficio e lavoro / Formale / Casual / Sportivo Comoda / Punta arrotondata Piatto Finta , brownus105 / eu42 / uk85 / cn43 , brownus105 / eu42 blackus5 / eu35 / uk3 / cn34
  • Fly LondonTram Sandali donna Argento Silver Silver Black Piping
  • Quando, nel 1980, decisi di occuparmi del Casoncello, piccolo podere di famiglia di un ettaro soltanto, abbandonato da oltre trent’anni, mi trovai di fronte ad una specie di giungla impenetrabile, fatta di rovi, robinie, clematidi ed altre piante ancora che erano liberamente cresciute cancellando il ricordo dell’antico coltivo.

    Oggi a distanza di  trenta anni quel luogo, diventato “I Giardini del Casoncello”, dove le piante più diverse, affollandosi insieme, invadono gli spazi, prendono d’assalto gli alberi, restringono i passaggi e tappezzano i declivi, appare ancora come una giungla selvaggia, ma vi regna una atmosfera magica e suggestiva che invita ad addentrarvisi. Sono io che l’ho voluta così. Sono andata creandola poco alla volta, all’inizio senza quasi rendermene conto, poi sempre più cosciente dell’opera che prendeva forma, assecondando il mio grande amore per il mondo vegetale, seguendo il filo dei miei ricordi infantili, facendomi spesso complice o allieva di Madre Natura, senza però mai rinunciare ad una mia personale impronta.

    Eliminando via via affollamenti eccessivi ma rispettando la nuova struttura che il tempo aveva dato al luogo e utilizzandola spesso come punto di partenza, ho iniziato a disegnare il “mio” Casoncello, attraverso una lenta opera di “sostituzione”, dando finalmente una presenza tangibile alle mie conoscenze botaniche ed esercitando il mio senso del bello anche attraverso l’uso dell’elemento vegetale.

    Nella scelta delle piante il criterio è sempre stato dettato, dopo il vaglio della loro adattabilità, da esigenze estetiche, funzionali alla creazione, senza fare alcuna differenza fra comuni specie della nostra flora spontanea, trovate nei boschi o arrivate con il vento (all’inizio le sole che potevo permettermi), piante di paesi lontani o, ancora, rare e sofisticate ornamentali che, se pur parcamente, mi sono andata pian piano concedendo. Considero una caratteristica importante del giardino l’essere stato creato con disponibilità economiche minime, sopperendo a questa condizione con sacrifici e dedizione totale che, uniti alla conoscenza del mondo delle piante e dei processi naturali, negli anni gli hanno regalato una esuberanza ed una ricchezza vegetale non comune a trovarsi nelle nostre  zone.

    Oggi il Casoncello ospita infatti una enorme varietà di specie diverse per aspetto, dimensione e provenienza, coltivate tutte secondo natura, applicando scrupolosamente tecniche di giardinaggio ecologiche e creando così un armonioso equilibrio tra vita vegetale e vita animale. Proprio per queste sue caratteristiche nel momento attuale in cui  ci si va sempre più accorgendo di quanto sia urgente proteggere e favorire la biodiversità ormai da tempo minacciata assume una grande importanza la principale “vocazione” di questo luogo che è quella di far conoscere con il suo esempio come sia possibile creare e curare un giardino rispettando la natura e addirittura agevolando la protezione dei suoi delicati meccanismi.

    li> Gabor 3273657, Stivali donna Nero nero
  • ItalDesign Sneaker Donna Nero nero
  • Scarpe Le Superga 2095piedpoufglw WhiteBlack
    Pikolinos Jerez, Ballerine donna Rosso Rouge Sandia

    Naturalmente Milano!  Il programma della settimana 10-16 luglio.

    12 luglio  h. 19:00 Biblioteca Valvassori Peroni, via Valvassori Peroni, 56 (Città degli Studi)

    Storie di Città  (Quarta di Copertina) Un narratore accompagna il pubblico attraverso quattro tappe di letture basate su romanzi e short stories di autori contemporanei, arricchite da immagini e animazioni, video tratti da film e musiche. Terza parte.

    14 luglio  h. 18:30 Biblioteca Baggio, via Pistoia, 51 (Baggio)

    Ascolta Milano Letture civiche  (Quarto Paesaggio, con la collaborazione dei volontari del Patto di Milano per la Lettura). Letture di pagine d’autore per raccontare il divenire della nostra città e la sua identità e comporre una mappa letteraria di Milano. Terza parte: Savinio, Vittorini, Testori. Intervengono gli Ambasciatori Migranti.

    15 luglio  h. 10:30 Biblioteca Harar, via Albenga, 2 (San Siro)

    Green Pocket Il verde in tasca  (Quarto Paesaggio). Micro-corsi teorico-pratici di orticoltura sul balcone. 2a lezione.

    15 luglio  Museo Botanico Aurelia Josz, via Rodolfo Margaria (Niguarda)
    h. 15:00 Letture per adulti – h. 16:00 Letture per bambini

    Parole agli Alberi  (La Compagnia dei Lettori, con la collaborazione dei volontari del Patto di Milano per la Lettura). Itinerario nel verde con lettura di un racconto sugli alberi e stesura di messaggi da appendere ai rami come fogli/foglie.

  • SEM EDELMAN PATTI PLATINUM PINK 36
  • Donna pompe beige G beige D731460 Beige
  • 16 luglio  h. 17:00 Parco Villa Litta, presso la Biblioteca Affori, viale Affori, 21

    Voci della Città  (Circolo LaAV Milano Letture ad Alta Voce). Lettura integrale a tappe di un breve e intenso libro, passeggiando di albero in albero e di voce in voce.

    AZIENDA

    PRODOTTI

    SERVIZI